Travel influencer: come svolgere questo lavoro nel modo giusto

Essere un travel influencer può sembrare un sogno che si avvera: viaggiare in giro per il mondo, condividere le proprie esperienze e guadagnare nel frattempo. Tuttavia, dietro le foto e i video mozzafiato, c’è un lavoro impegnativo che richiede dedizione, strategia e anche una buona gestione della fiscalità. In questo articolo, esploreremo come svolgere il lavoro di travel influencer nel modo giusto, prendendo in considerazione anche gli aspetti fiscali che ne derivano.

Trova la tua nicchia 

Per emergere nel mondo degli influencer, è essenziale trovare la propria nicchia. Non basta più pubblicare semplicemente foto di viaggi: devi identificare cosa ti rende unico e focalizzarti su di esso. 

Potrebbe essere il turismo enogastronomico, viaggi low-cost, avventure estreme o viaggi eco-sostenibili.

Potresti orientare i tuoi contenuti ai viaggi per famiglie, verso le mete da visitare per chi viaggia solo o ancora sulle destinazioni e sulle attività adatte anche a chi ha una disabilità. 

Le possibilità sono infinite e trovare la tua nicchia ti aiuterà a distinguerti dalla concorrenza e a costruire un pubblico fedele.

Travel Influencer – Fiscozen

Crea contenuti di qualità

La qualità dei tuoi contenuti è ciò che ti distinguerà dagli altri influencer. Investi nel miglioramento delle tue abilità fotografiche e di editing video. 

Cerca di raccontare storie coinvolgenti attraverso i tuoi post e i tuoi video, mostrando non solo i luoghi che visiti, ma anche le esperienze che vivi e le persone che incontri lungo il cammino.

Crea un racconto autentico che permetta alle persone che ti seguono di vivere la tua esperienza tramite i tuoi occhi e l’obiettivo della tua telecamera: racconta i sapori, gli odori, le emozioni e le sensazioni che provi durante i tuoi viaggi e crea contenuti che generino un collegamento empatico con chi ti segue.

Costruisci una relazione autentica con il tuo pubblico

La fiducia è fondamentale nel mondo degli influencer. Costruisci una relazione autentica con il tuo pubblico, rispondendo ai commenti, condividendo le tue esperienze in modo trasparente e offrendo consigli genuini. 

Il tuo pubblico deve sentire che può fidarsi di te e delle tue raccomandazioni. Racconta anche le sfide che incontri e non solo le meraviglie che vedi. Spiega con trasparenza i lati positivi e i lati negativi del tuo viaggio così chi ti segue potrà farsi un’idea chiara e non sentire la propria fiducia tradita se poi si dovesse scoprire che quello che racconti non è fedele al vero.

Costruisci una relazione autentica con il tuo pubblico

Le collaborazioni con i marchi possono essere una fonte significativa di reddito per un travel influencer. Tuttavia, è importante scegliere i marchi con cui collabori con cura. 

Assicurati che siano in linea con i valori e gli interessi del tuo pubblico e che il loro prodotto o servizio sia autentico e di qualità. Evita le collaborazioni che potrebbero compromettere la tua credibilità e quelle che non hanno un reale valore nella tua nicchia.

Seleziona i brand con cui collabori e preferisci quelli ai quali sai che i tuoi follower potrebbero essere veramente interessati a conoscere la tua opinione e ad avere la tua raccomandazione all’acquisto.

Fiscalità per travel influencer

Oltre agli aspetti creativi e di marketing, i travel influencer devono anche affrontare le questioni fiscali. Come influencer, sei considerato un libero professionista e devi quindi gestire le tue tasse in modo adeguato.

Registrazione fiscale

Per lavorare come Influencer dovrai aprire una ditta individuale commerciale e registrarla alla camera di commercio della tua zona. Il lavoro di influencer infatti è inquadrato come attività imprenditoriale e non come semplice lavoro di libera professione. Questo ti consentirà di emettere fatture per le tue collaborazioni e di dichiarare i tuoi guadagni in modo corretto.

Dichiarazione dei redditi

Come libero professionista, sei tenuto a presentare una dichiarazione dei redditi ogni anno. Assicurati di tenere traccia di tutte le entrate e le spese legate alla tua attività di influencer, in modo da poter compilare la dichiarazione in modo accurato.

IVA

La questione dell’IVA dipende dal tuo regime fiscale. Se scegli il forfettario non dovrai applicare l’IVA ai prezzi dei tuoi servizi ma non potrai scaricare direttamente le spese per la tua attività, inclusi i biglietti aerei e gli alloggi in cui starai durante i tuoi viaggi. 

Puoi rivolgerti ad un consulente fiscale o ad un commercialista per avere una visione più chiara e farti guidare nella scelta del regime fiscale più adatto alle tue esigenze.

Consulenza fiscale

Gestire le questioni fiscali può essere complicato, soprattutto per chi è alle prime armi. Se hai dubbi o domande sulla fiscalità legata al tuo lavoro di travel influencer, non esitare a contattare Fiscozen. Offrono consulenze gratuite e senza impegno per aiutarti a risolvere i tuoi dubbi fiscali e a gestire le tue tasse nel modo corretto.

Essere un travel influencer è un lavoro appassionante, ma richiede impegno e strategia. Trova la tua nicchia, crea contenuti di qualità e costruisci una relazione autentica con il tuo pubblico. Inoltre, non dimenticare di gestire correttamente la tua fiscalità per evitare spiacevoli sorprese. Se hai bisogno di assistenza fiscale, ricorda che puoi contare su Fiscozen per una consulenza gratuita e senza impegno.

Tagged With:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *