Continuano e anzi si rafforzano le acquisizioni di cantine sull’asse del vino Toscana-Stati Uniti. Dopo l’acquisto di appena qualche settimana fa messo a segno da Antinori che ha rilevato la celebre cantina della Napa Valley, Stag’s Wine Cellars, adesso è la volta di Frescobaldi che ha annunciato oggi di aver rilevato Domaine Roy & fils etichetta chiave di un’altra zona vocata per la produzione di vino negli Usa: l’Oregon.

Ancora Stati Uniti quindi e ancora vitigni internazionali. Se la Stag’s Wine Cellars rilevata da Antinori è un’azienda simbolo perché fu al centro nel 1976 del celebre “Judgement of Paris”, quando in una degustazione alla cieca di 9 degustatori francesi, per la prima volta, i Cabernet e Chardonnay della Napa Valley risultarono migliori di quelli di Borgogna e Bordeaux. Adesso invece, nel caso di Frescobaldi (la transazione sarà chiusa entro il mese di luglio) è invece la volta del Pinot Nero dell’Oregon con Domaine Roy & fils una delle etichette clou della Willemette Valley.

«A questo punto della nostra espansione – ha commentato il presidente di Marchesi Frescobaldi, Lamberto Frescobaldi – abbiamo colto l’opportunità di acquisire la stupenda tenuta Domaine Roy & fils, una delle migliori regioni al mondo per la coltivazione del Pinot nero. Diventare parte di questa comunità è un sogno che diventa realtà. Vorrei ringraziare a nome della famiglia Frescobaldi Marc-Andre’ Roy per averci offerto questa opportunità in Oregon per fare quello che sappiamo fare meglio, coltivare bellissimi vigneti, produrre vini e offrire ai nostri clienti prodotti iconici».

Domaine Roy & fils è stata fondata nel 2012 da Marc-Andre’ Roy con Jared Etzel, continuando il lavoro dei loro padri che fondarono insieme la cantina Beaux Freres nel 1991. La famiglia Roy è stata accompagnata in questo viaggio da 26 amici del Quebec. Domaine Roy & fils si è immediatamente unita al gruppo di produttori di Pinot Nero e Chardonnay dell’Oregon molto conosciuti nel mondo.

Molte annate prodotte a oggi hanno ricevuto uniformemente grandi riconoscimenti e ottimi punteggi.Con lo sviluppo in piena maturità degli ultimi vigneti impiantati la tenuta si sviluppa su 40 acri (circa 16 ettari di cui 14 a Pinot Nero e 2 a Chardonnay) coltivati con metodo 100% biologico in due località e fornisce tutta l’uva necessaria per la produzione di Domaine Roy & fils.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *